PAGELLE IGNORANTI - Milan vs. Inter

Pagelle Ignoranti

PAGELLE IGNORANTI – Milan vs. Inter

Scritto da

Handanovic, 6: per uno che negli ultimi mesi avrebbe parato pure i colpi di mortaio in Siria prendere tre gol tutti in una volta è una novità. Prova ad opporsi alle avanzate del Milan ma alle prime pressioni cede, tipo le 2000 in discoteca la prossima estate. Mezzo voto in più perché ce l’ho al Fantacalcio e devo motivare i miei uomini. VOGLIO FARE LA VITA DI TOMMASO BERNI

Juan Jesus, 4.5: sarà la forza dell’abitudine, ma appena si allaccia la fascia di capitano al braccio chiede subito a Brozovic cucchiaino, accendino e siringa. Su quella fascia riesce nell’impresa di far sembrare Honda un giocatore da Milan, dimostrando un’agilità degna del suo cognome pesante. INCHIODATO

Murillo, 5: capello leccatissimo resistenza calcestruzzo armato, fiatella di Fabio Fazio appena sveglio e violenza gratuita. Chiunque venga marcato dal colombiano finisce con disturbi da stress post-traumatico, ma stasera nell’area interista c’è spazio per tutti, persino per Alex che non supera la metà campo se non per mettere le mani in faccia a qualcuno. Quando vorrà smettere col calcio per lui saranno spalancate le porte della dirigenza, quella del cartello di Bogotà. EL CHAPO

murillo-inter

Miranda, 5: appena Balotelli gli legge sulla schiena quel nome da strappona dell’Est prepara l’accoppiata medio-anulare per l’ispezione di rito, ma appena vede il brasiliano girarsi si accorge di esserci cascato di nuovo, come in quel bordello ambiguo di Rio. Il roccioso difensore nerazzurro fa la figura del cioccolataio. SVIZZERO? NO, OBI

Santon, 5: con quei capelli sembra abbia appena preso un’unghiata in testa dall’orso di The Revenant.
Striscia, sbava e arranca per ’90 minuti. Manca solo la neve. PREMIO OSCAR LUIGI SCALFARO di Bernardo Bozza

santon-inter

Brozovic, 5: parte forte con un tiro da fuori ma si spegne più in fretta del cellulare di Luciano Moggi ai tempi d’oro. Pensava che lanciando il tormentone #epicbrozo la figa iniziasse a grandinagli addosso, invece è ancora costretto a cercare gloria su Badoo sperando di non incontrare qualche trans amatoriale. #EPICGONZO

Medel, 5: di solito in mezzo al campo con lui c’è meno libertà che in una redazione giornalistica della Korea del Nord, ma stasera lascia fare a Kucka il bello ed il cattivo tempo. Alto un metro e venti, collo insaccato e arti più corti dell’aspettativa di vita in Costa d’Avorio: la genetica non gli permetterebbe nemmeno di farsi un bidet da solo, figuriamoci di giocare a calcio. R2D2

gary-medel

Perisic, 4.5: quando giochi in fascia e potresti scegliere un bel numero tamarro che fa vendere magliette ma la società ti rifila un prestigiosissimo “44” sulla schiena forse due domande te le devi fare. Durante l’intervallo Mancini gli chiede di prendersi qualche rischio in più, così il croato tira fuori il cellulare e si gioca l’Over 2.5 live su Paddy Power. BEPPE SIGNORISIC

Eder, 5: si presenta al suo primo Derby di Milano con un tasso di colesterolo da blocco renale (vedi foto), ma risulta comunque uno dei più attivi là davanti. Mancini l’ha voluto fortemente per puntare alla Champions, ma quando si mangia clamorosamente il gol del vantaggio di testa ricorda solo una roba a metà tra una showgirl ed un terzinaccio made in Messina. EDER PARISI

1081050_10153959635153487_1008557734_n

Ljajic-Jovetic, 4.5: dopo una settimana passata su tutti i notiziari entrano in campo evidentemente deconcentrati. Se qualcuno stesse cercando una macchina usata, loro due devono vendere urgentemente di un’Audi Rs4 gialla. NO PERDITEMPO

Jovetic-Ljajic

(Icardi, 5: fraintende tragicamente il Family Day e organizza un’orgia con un’attempata signora di Cosenza e le sue due figlie, che tanto in paese erano già conosciute come un ottimo esempio di “utero in affitto”. Entra a partita in corso con il compito di suonare la carica ai suoi, ma sceglie un pezzo di Paola e Chiara. Per la prima volta prende un palo a tu per tu con una donna. RUMMA)

 

Pagelle ignoranti scritte con parecchio sonno arretrato da Daniele Roselli ed Enrico Modica

Nel caso aveste bisogno di stimoli per continuare a vivere in questo maledetto giorno chiamato lunedì, vi proponiamo a tradimento una bella gallery di sua santità Melissa Satta (GUARDA GALLERY).

 

Condividi

Twitta

Open

info

Close