Le 5 cose che ho imparato guardando Dawson's Creek

Anni '90

Le 5 cose che ho imparato guardando Dawson’s Creek

Scritto da

Mamma, dopo i Simpson giuro che faccio i compiti”.

In realtà sapevi benissimo che avresti avuto tempo di copiarli il mattino dopo sul bus, dalla tua compagna secchiona.

Così potevi goderti il telefilm che ha creato la maggior parte degli equivoci tra gli adolescenti italiani degli anni ’90.

Amici, abbracciamoci tutti forte e ripetiamo in coro: Anuwonowei.
E non provate neanche per un secondo a dire “Io so la sigla” che veniamo a prendervi a pizze in faccia.

1) Joey Potter è frigida

Diciamolo subito, Max Pezzali ci era arrivato molto prima: se sei amico di una donna non ci combinerai mai niente.
E il fulcro delle millemila stagioni di Dawson’s Creek è tutto qui: non importa quanto la tua migliore amica sia figa o innamorata di te, se ti ha visto l’anguilla quando ancora sembrava la testa di Arrigo Sacchi, l’unica possibilità che hai per infilarti nelle sue mutande è il metodo Bill Cosby.

Ma non farlo:

1) è illegale
2) rovineresti per sempre una bella amicizia.

2) Puntate su Jen

Che tu sia il timido e romantico ragazzo della porta accanto, con un’improbabile venerazione per E.T,  o un aitante giocatore di football della squadra del liceo, arriva sempre il momento di magra, quando, cioè, non rimedi un limone neanche in un agrumeto siciliano.

È in quei momenti che serve avere in rubrica il numero della vostra amica bionda maggiorata.
La vostra Jen Lindley. Una di quelle con cui farsi una decina di gin tonic e svegliarsi insieme al mattino, trovando la scusa della sbronza per giustificarvi a vicenda. Ma solo perché la società lo impone.

Se non avete un’amica così, il porno online offre molto e senza bisogno del gin tonic.
Scordati anche la prof. Nave Scuola. Non sei né Pacey Witter, né Mauro Icardi.
Sei un quindicenne brufoloso che gioca a Magic. Nessuna milf arrapante sollazzerà le tue ricreazioni in sala insegnanti: ma solo una mandria di tamarri pronti a bullizzarti.

3) Chiudi la porta

Non siamo a Capeside, qui le porte di casa vanno chiuse.
Provate a lasciare la porta della veranda aperta o una scala con accesso diretto al piano di sopra della vostra villetta.

Fatelo, magari aspettando che una brunetta, figa ma frigida, la salga per staccarvi un limone. Dopo una maratona di Dawson’s Creek, mio cugino l’ha fatto e l’unica cosa che gli hanno staccato è la spina del 50 pollici.
Prima di portarselo via.

1997 The cast of "Dawson's Creek." From left to right: Katie Holmes (Joey Potter), James Van Der Bee

4) Non ti chiedono i documenti per un Fernet Branca, tranquillo

A differenza degli Stati Uniti, qui puoi sbronzarti tranquillamente già durante il liceo.
Millantare documenti falsi per comprare birra scandente dal bengalese non ti farà guadagnare favori sessuali dalle tue amiche, ma il carcere.
Insieme a una banda di scafisti e a Luiz Adriano.

5) Non hai bisogno del college

Da noi non esiste il college.
Quindi rilassatevi e godetevi l’ultimo anno di scuola senza ansie. Se proprio volete andare in un posto dove non dovete studiare, dove potete passare le vostre serate a far festa e le giornate in hangover, iscrivetevi al DAMS.

Il DAMS non è l’università del cinema di Hollywood. Non terminerete la vostra adolescenza incontrando Stephen Spielberg. L’unica cosa a cui potete aspirare è un bel puttan tour con i Fratelli Vanzina.
Allo stesso modo, non esistono squadre sportive all’avanguardia, né al liceo, né all’università. Lasciate perdere le ambizioni sportive e godetevi le trasferte di terza categoria, di domenica mattina.
In after.

Andrea Dotti – Tagli