Boxing Day: perché si gioca il 26 dicembre?

Storie di calcio

Boxing Day: perché si gioca il 26 dicembre?

Scritto da

501983282-e1482511021131

Nel mondo Britannico, poche occasioni sono cosi attese e sentite come il 26 Dicembre, giorno di Santo Stefano: una giornata da passare rigorosamente in famiglia, da vivere intensamente assieme ai propri cari e alle più grandi passioni popolari.

Ecco perché lo sport è cosi importante nella giornata del “Boxing Day”. Un termine che ormai è entrato prepotentemente nei vocabolari di mezzo mondo, e che sta a simboleggiare una giornata (anche) di sport a 360°, con tutti le principali attività di matrice britannica (Calcio, Rugby, Ippica fino a sport da pub come Darts o Snooker) in campo per intrattenere le famiglie, pronti a dare spettacolo negli stadi e negli schermi di tutto il mondo.

Il Boxing Day è un momento attesissimo sin da prima dell’avvento dello sport a livello professionistico. La curiosa origine del nome, già riportato nel famoso diario del politico Samuel Pepys risalente al XVII secolo, deriva dall’usanza dei ricchi proprietari terrieri di donare, nella giornata appunto di Santo Stefano, soldi o beni di prima necessità ai propri lavoratori e alla gente più povera.

Considerato come Bank Holiday, ossia festività nazionale, dal 1871, nei vari paesi del Regno Unito l’istituzione della festa è variata in base alle tradizioni dei paesi stessi: in Scozia per esempio, si celebra solamente dal 1974, mentre in Irlanda del Nord si celebra appunto dal 1871 con il resto dell’isola che, una volta indipendente, ha deciso di festeggiare la ricorrenza unicamente come giornata di Santo Stefano.

Con l’istituzione ufficiale del Boxing Day nel 1871, in parallelo con lo sviluppo a larghissima scala di calcio e rugby, una giornata di campionato il 26 di Dicembre è diventata una vera e propria istituzione. Un tempo infatti, vista la difficoltà negli spostamenti e la mancanza di mezzi di trasporto all’avanguardia come quelli odierni, i match che si giocavano erano prevalentemente dei derby cittadini con impegnate squadre della stessa città o addirittura dello stesso quartiere.

Era questo l’unico modo per far si che tutta la squadra fosse presente all’evento e non sorgessero difficoltà di vario genere nel tragitto.  Anche e soprattutto per questo motivo era una giornata attesa e molto sentita dai tifosi.

A_Dphr6CUAAjFnZ

Prima ancora dei derby, prima ancora dei campionati, prima ancora di qualsiasi altra competizione, prima ancora della tradizione però, il Boxing Day va ricordato in particolare modo per essere stata la prima vera giornata di calcio della storia. Al Sandygate Road di Sheffield infatti, 26 Dicembre 1860, andava di scena Sheffield FC ed Hallam FC, in quella che viene ufficialmente riconosciuta come la prima partita in assoluto della storia di questo magnifico sport.

L’apice del Boxing Day avvenne nel 1963: 66 goal in 10 partite. Vi chiederete come sia possibile. Eppure è successo. Il Boxing Day del 1963 infatti, è passato alla storia come la giornata di calcio più prolifica della storia di questa speciale ricorrenza, con alcuni dei risultati più assurdi mai visti: Fulham-Ipswich 10-1, West Ham-Blackburn 2-8, Burnley-Manchester United 6-1… passando per il 4-4 tra West Brom e Tottenham e il 3-3 tra il Nottingham Forest e lo Sheffield United.

Difficilmente si vedranno in questa giornata partite con punteggi simili, ma la magia del Boxing Day è pronta a caratterizzare quella che si prospetta una giornata di Premier molto interessante