13 cose che solo l'ultima scelta a calcetto può capire

Calcetto

13 cose che solo l’ultima scelta a calcetto può capire

Scritto da

A man smokes a cigarette during a break in play during a league match between Boleyn FC (in Sky Blue) and Cranham (in Orange)
Ci sono quei giorni in cui vorresti stare seduto sul divano e morire. Poi arriva un messaggio da qualcuno con che non ricordi nemmeno di avere tra gli amici. Infatti quel qualcuno non è un tuo amico: “Ti va di giocare con noi oggi? Ci manca uno”.

Queste sono le persone più disperate al mondo: gente che per trovare il decimo chiamano l’amico dello zio della madre dell’amico del cane del nonno che hanno visto solo per caso una volta: chissà perché, alla fine, questa persona sei sempre tu, anche se tuo nonno non ha il cane.

Alla fine per chissà quale ragione accetti. Questo è quello che può succederti.

#1
Ti mettono sempre nella squadra più forte perché a guardarti sembri più uno spacciatore seriale e secondo la loro teoria abbassi il livello rendendo il match più equilibrato.

#2
Visto che non giochi da circa un anno il tuo primo passaggio è una merda, la squadra avversaria ruba il pallone e va subito in goal.

#3
Uno dei tuoi compagni di squadra pesa 120 chili e non azzecca un passaggio, ma nonostante tutto non smette di lamentarsi ogni volta che decidi di non dargli il pallone anche se è accerchiato da un esercito.

#4
Spesso, ti ritrovi in un gruppo che dopo un quarto d’ora decide di fare una pausa venti minuti. 

#5
Quando i tuoi compagni capiscono che sei essenziale per il gioco cercano di farti saltare il turno in porta costringendo il tipo dei 120 chili a un doppio turno, inventandosi scuse di ogni tipo e tirando fuori aneddoti delle scuole elementari

#6
Non esulti mai perché sei di “un’altra categoria” (più scarsa).

#7
Se sai mettere due parole di fila scriverai un’autobiografia sulle tue esperienze non appena compirai 23 anni.

#8
Se tutti gli altri sono già laureati la tua rivalsa sociale si basa sull’umiliarli in campo. In quei momenti adori la tua ignoranza.

#9
Probabilmente hai accettato perché ti vuoi bombare la sorella di uno.

#10
Ti porti il pacchetto di sigarette per sopravvivere al turno in porta.

#11
Quando il fiato ti finisce, ti piazzi a centro difesa, dimostrando la tua abilità nel randellare

#12
Qualcuno che “Si fa la doccia a casa” lo becchi sempre. Chissà perché.

#13 Al momento del pagamento fai pesare a tutti il fatto che sei stato chiamato all’ultimo, che hai rinunciato ad un appuntamento con la tua ragazza (che in realtà non hai), che il giorno dopo ti devi svegliare presto per lavorare, che abiti lontanissimo, che hai la madre puttana, che però non guadagna niente. In generale tutti si trovano d’accordo sul fatto che sei una merda e ti fanno pagare lo stesso.

Scritto per esperienza diretta da Paolo Bontempo.